Biografia

Una passione lunga una vita...
Vulcanico, estroverso, brillante ma anche preciso nel modo di concepire la sua cucina, che lui stesso definisce "una ventata di mediterraneo senza confini". Questo è Marcello Valentino, chef palermitano, classe 1969, diplomato, amante della musica Jazz e della pesca sportiva.
Fin da bambino si innamora dei fornelli, dopo le numerose frequentazioni di un'osteria di Cinisi (Pa), gestita da amici di famiglia, persone a cui era molto legato, che affettuosamente chiamava zii.
In quella piccola cucina trascorreva ore intere ad osservare tutti i gesti volti a realizzare i piatti tipici della tradizione sicula. Ed è proprio in quei momenti che dice a se stesso "questo sarà il mio mestiere"...
Inizia presto il percorso professionale di Marcello, che già negli anni 80' frequenta alcune trattorie come apprendista cuoco. Successivamente, a Trapani, svolge il servizio di aiuto cuoco, presso la cucina del circolo ufficiali del 37° Stormo. In quel periodo, ha anche modo di frequentare Mazara del Vallo dove conosce Samir e Karim, due ristoratori tunisini facenti parte della comunità presente nella stessa cittadina trapanese, i quali gli danno modo di imparare tanto dalle loro mani. Infatti, durante alcuni eventi legati alla squisita cucina nord africana, compresa la festa dell'indipendenza della Tunisia dalla Francia, Marcello partecipa attivamente alla realizzazione di diversi piatti tipici: "Couscous, Tajine, Brik e Makroud" che gli aprono la prima porta del suo Mediterraneo.
Preziosa è la parentesi che lo lega a Benito Terzo esperto ristoratore e proprietario del "Royal Garden" di viale Strasburgo, un ristorante sala ricevimenti che tra gli anni '70 e la metà dei '90 era tra i più importanti e attivi di Palermo. Ed è grazie a questa unione che Marcello continua a formare le proprie basi professionali, crescendo sia a livello tecnico che umano, rimanendo in quella cucina per ben 6 anni. 
Finita quell'esperienza decide di viaggiare alla scoperta di usanze e tradizioni legate al Mediterraneo, visitando le città più importanti del profondo sud dove impara non solo nelle varie cucine che frequenta, ma anche dai numerosi incontri con i produttori di eccellenze, che gli fanno provare nuove realtà gastronomiche.
In quel periodo conosce anche Emile Bernard, un giovane cuoco a suo tempo allievo del maestro Roger Verge, che incontra durante un seminario di cucina per intolleranti. Emile è un italo-francese da cui Marcello impara nuove metodiche e importanti tecniche di alta cucina, tra queste, le cotture a bassa temperatura e sottovuoto, arricchendo così il suo bagaglio professionale.
Un altro luogo siciliano a lui caro, che frequentava assiduamente, era l'antica osteria "La zia Angelina", di fronte alla famosa Villa Trabia, dove ha l'opportunità di condividere esperienze comuni e di apprezzare il vero concetto della tipica cucina povera palermitana.
Durante il suo lungo percorso, per imparare tanto ancora da questo mestiere, Marcello decide anche di proporsi gratuitamente ad alcuni ristoranti della sua città, lavorandoci soprattutto la sera, visto che di giorno, per potersi mantenere economicamente, svolge svariati lavori anche umili. Ecco il prezzo che deve pagare pur di realizzare il suo grande sogno, quello di diventare uno chef!
Dopo tanti sacrifici ecco finalmente la prima significativa esperienza come executive chef, esattamente a Roma, presso il ristorante siciliano "Conca d'Oro (gestione Di Lorenzo), dell'omonima associazione culturale.
Aggiunto questo ennesimo tassello Marcello ritorna in Sicilia, e dopo un periodo di riflessione inizia l'avventura come personal chef, ma cura anche i menù di nuovi ristoranti che gli danno modo di esprimere la sua filosofia cucina; piatti leggeri e innovativi, che rispecchiano comunque la tradizione della sua terra. 

Dal 2006 Marcello volta pagina e intraprende la strada di executive chef itinerante, portando in giro per l'Europa la sua cucina, con una serie infinita di banqueting che esegue direttamente nelle location scelte dai clienti. 
Inoltre, è consulente della ristorazione e docente di importanti scuole di cucina, dove tiene corsi di formazione a tutti i livelli. 
Presso alcuni prestigiosi ristoranti, sempre come executive chef, ha collezionato negli anni centinaia di eventi dedicati ai suoi piatti, anche in coppia con illustri colleghi stellati.
Dal 2008 gestisce il blog "Mediterraneo in Cucina", vincitore anche del "Blog Cafè" di Squisito presentato da Luigi Cremona, che lo premia per le migliori ricette di cucina proposte sul web. Mentre nel 2010 gli viene conferito, dal giornalista Alex Revelli Sorini, il blasone di "Ambasciatore della cucina" per l'Accademia Italiana Gastronomia Storica.

Da qualche anno sono frequenti le sue apparizioni televisive a livello nazionale...tra queste spiccano alcune partecipazioni alla trasmissione della Rai TV "Geo & Geo", condotta da Sveva Sagramola, e Alice TV in diretta a "cucina con me" con Valeria Ciardiello, dove lo chef Marcello Valentino ha presentato i suoi piatti.

Il 2017, come già programmato da tempo, sarà l'anno dell'apertura di un ristorante dove proporrà la sua cucina. Ancora qualche mese e questo ennesimo progetto diventerà realtà...